Scoprire il vino
e i suoi paesaggi

Evento

“BERE IL TERRITORIO” Raccontare il vino attraverso un viaggio

Italia
Leggi il programma
15 Mag 2021
Eventi
I Grandi Terroir del Barolo
Sabato 15 e domenica 16 maggio a Monforte d'Alba
Ristorante/Hotel Moda - Monforte d'Alba (Cn)
La Cantina della settimana

La terrazza di mandorli e vigneti su cui si trova la cantina Vignalta è uno dei luoghi più suggestivi dei Colli Euganei, con un panorama che nelle giornate limpide spazia da Ferrara fino all’Adriatico e che, nelle fredde giornate invernali, regala un tramonto mozzafiato sul mare di nebbia da cui le punte dei colli svettano come se fossero tante piccole isole. La cantina, allargata l’anno scorso, è realizzata interamente sotto la roccia, con una parete di scaglia bianca a vista che regola l’umidità dell’aria. La produzione è fra quelle d’eccellenza dei Colli Euganei, incentrata sui rossi che affinano tutti in botte da un minimo di due anni fino a un massimo di sette per il Marrano (blend dei migliori merlot e cabernet). Prodotti quattro vini bianchi in purezza: il moscato secco, il pinot bianco, il manzoni bianco e lo chardonnay, unico bianco che fa legno. Dal 2019 viene vinificato anche un quinto bianco, blend di tutte le uve.  Il cavallo di battaglia è il Rosso Riserva, taglio bordolese di merlot e cabernet che riposa in cantina e stupisce anche a distanza di molti anni; il cru Gemola, da terreno vulcanico di trachite sciolta, è un uvaggio di merlot e cabernet franc di grande finezza, che con il passare degli anni emoziona sempre di più.

Un rosso autoctono piemontese, coltivato in sette Comuni a nord-est di Asti. Semi-aromatico, affascina per le sue note olfattive che lo rendono assai riconoscibile. La interpretazione è affidata alla cantina di Luca Ferraris, uno dei produttori di riferimento della denominazione. Vigne in Castagnole Monferrato e Montemagno, basse rese per ettaro, affina per nove mesi in botti grandi di rovere e poi ancora tre mesi in bottiglia.

Video della settimana
Vino della settimana

Ruchè di Castagnole Monferrato Clàsic – Ferraris

Un rosso autoctono piemontese, coltivato in sette Comuni a nord-est di Asti. Semi-aromatico, affascina per le sue note olfattive che lo rendono assai riconoscibile. La interpretazione è affidata alla cantina di Luca Ferraris, uno dei produttori di riferimento della denominazione. Vigne in Castagnole Monferrato e Montemagno, basse rese per ettaro, affina per nove mesi in botti grandi di rovere e poi ancora tre mesi in bottiglia.

News mondo del vino

Le ultime notizie

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre iniziative

Menu