Scoprire il vino
e i suoi paesaggi

Evento

La Notte dei Vini - Cantine d'Italia 2024

29 Feb 2024
Torino
Evento Off del Salone del Vino a Torino
Leggi il programma
05 Mar 2024
Eventi
Cantine d'Italia a Roma
Evento di promozione e degustazione dedicato a cantine selezionate sul volume Cantine d'Italia 2024
Hotel Savoy
14 Mar 2024
Eventi
Barolo, Barbaresco & Roero a Genova
Torna a Genova l'evento di degustazione Go Wine dedicato alle nuove annate (e non solo) del Barolo, del Barbaresco e del Roero!
Starhotels President
23 Mar 2024
Eventi
I Grandi Terroir del Barolo
A Monforte d'Alba, un intero weekend di degustazione firmato Go Wine dedicato al Barolo!
Monforte d'Alba (Cn)
La Cantina della settimana

Paolo Macchia è l’anima di questa vivace cantina familiare, nata nel contesto di un’azienda agricola con altre produzioni (nocciole in primis), costruita negli anni attraverso una viticoltura rigorosa e rispettosa dell’ambiente. Valorizza i siti, le altimetrie e il clima di Cocconato, territorio storico del vino piemontese, introducendo tutta una serie di innovazione nel vigneto. Ha avviato fino dal 2010 un percorso di biodinamica che ha condotto ad ottenrere la certificazione Demeter nel 2013. Le vigne si trovano a Cocconato e Piovà Massaia, altre nel vicino Comune di Montiglio, recuperando terre contivate dal padre. La Barbera d’Asti è il vino del territorio; il 465 è dedicato alla quota altimetrica del vigneto. Da annotare l’interessante lavoro sul nebbiolo; sul sauvignon la sperimentazione ha condotto all’etichetta del Saurì. Il titolare ha sempre sviluppato una parallela attività di accoglienza con la Cascina Rosengana (Via Liprandi, 48 Cocconato) con camere e ristorazione, piscina biologica al sale. Nel centro di Cocconato si incontra la Cantina del Ponte: è al contempo ristorante, wine bar ed enoteca: è gestito dai figli di Paolo Macchia: un locale di gusto, con tipicità nel piatto e con la possibilità di degustare i vini della cantina. Percorsi di visita ai vigneti ed escursioni sono a disposizione degli enoturisti.

Ad Andria, nella pregiata zona di Castel del Monte, in un vigneto a 250 mslm: qui la cantina Rivera realizza uno dei suoi vini più importanti. Dando dignità ad un vitigno a bacca rossa, Nero di Troia, che a nord di Bari ha le sue terre d’elezione e che compone con Negroamaro e Primitivo un trio di eccellenza per la viticoltura pugliese. Dopo una macerazione in acciaio, affina per 14 mesi in barriques e tonneaux di rovere e poi ancora 12 mesi in bottiglia. Dal bel colore rosso rubino, con sentori di frutti rossi (ribes) e note speziate, mantenendo una bella freschezza. Vino elegante e di struttura in grado di reggere nel tempo. E poi la dedica: al “Figlio di Puglia” appellativo dato a Federico II che amò la terra di Puglia e lascò con il Castel del Monte un segno rimasto nei secoli.

Video della settimana
Vino della settimana

Castel del Monte Nero di Troia Riserva Puer Apuliae – Rivera

Ad Andria, nella pregiata zona di Castel del Monte, in un vigneto a 250 mslm: qui la cantina Rivera realizza uno dei suoi vini più importanti. Dando dignità ad un vitigno a bacca rossa, Nero di Troia, che a nord di Bari ha le sue terre d’elezione e che compone con Negroamaro e Primitivo un trio di eccellenza per la viticoltura pugliese. Dopo una macerazione in acciaio, affina per 14 mesi in barriques e tonneaux di rovere e poi ancora 12 mesi in bottiglia. Dal bel colore rosso rubino, con sentori di frutti rossi (ribes) e note speziate, mantenendo una bella freschezza. Vino elegante e di struttura in grado di reggere nel tempo. E poi la dedica: al “Figlio di Puglia” appellativo dato a Federico II che amò la terra di Puglia e lascò con il Castel del Monte un segno rimasto nei secoli.

Le ultime notizie

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre iniziative