26 maggio 2022 – Sabato 28 e domenica 29: 18 regioni con 600 cantine per un weekend ricco di iniziative e di gusto all’insegna del rispetto per l’ambiente e del consumo consapevole del vino

Al via la 30esima edizione di Cantine Aperte

L’edizione numero 30 di Cantine Aperte si presenta con ottime aspettative. Le richieste e l’interesse da parte degli enoturisti è in crescita e le Cantine italiane si stanno preparando ad accogliere al meglio gli ospiti per regalare due magnifiche giornate all’insegna del divertimento, del gusto e della convivialità. Tante le iniziative di intrattenimento in programma nelle diverse regioni italiane, che non mancheranno di esprimere tutte le potenzialità offerte dai territori da Nord a Sud dello stivale. In montagna o collina, al lago o al mare per passeggiare tra le vigne a piedi, in bici o a cavallo, per ascoltare musica, assaggiare prodotti tipici in picnic o suggestive cene al tramonto. Il tutto associato ad un unico comune denominatore: il vino italiano.

 

Dal vino e dalla voglia di raccontarlo da parte dei vignaioli è nato tutto 30 anni fa – spiega Nicola D’Auria, presidente del Movimento Turismo Vino – e come Movimento siamo davvero orgogliosi di aver raggiunto un traguardo con Cantine Aperte che ha contribuito, insieme alle altre manifestazioni annuali ad accrescere interesse e passione nelle persone. I risultati si apprezzano nella crescente richiesta di visite in cantina e nelle vigne durante tutto il corso dell’anno solare. Ed è una richiesta sempre più consapevole, di grande qualità e sostenuta dal desiderio di conoscere e divertirsi nello stesso tempo. E questo fenomeno di domanda aumentata trova riscontro nell’impegno e nella qualificazione dell’accoglienza da parte delle cantine del Movimento, sempre più attente a migliorare l’offerta ma anche ad assumersi il ruolo di punto di riferimento su temi “caldi” come quelli della sostenibilità dell’ambiente e del consumo consapevole del vino”.

 

Non a caso quest’anno è stata avviata dal Movimento una partnership con Sorgenia per favorire l’adozione da parte dei soci di fonti di energia rinnovabile e pulita. Una scelta di campo precisa che MTV ha fortemente voluto per contribuire con i propri soci alla difesa dell’ambiente e della salute delle persone. 

E in tema di salute trova spazio anche la collaborazione appena siglata con Wine in Moderation una coalizione unica di organizzazioni vinicole responsabili che credono in una cultura sostenibile del vino.  

 

Un prezioso supporto ai consumatori attraverso strumenti utili per presentare, vendere e servire il vino in maniera responsabile (www.wineinmoderation.eu/it) . In occasione di Cantine Aperte i vignaioli saranno ancora una volta di più promotori di una sana cultura delle vino di cui il bere consapevole è parte. Una grande occasione per diffondere un messaggio corretto ed educativo.

 

E in tema di messaggi, da non perdere quelli social di una squadra di testimonial digitali che la settimana prima di Cantine Aperte “testerà” le iniziative in programma e degusterà i vini presso alcune delle Cantine del Movimento. Circa una cinquantina di Influencer accreditati visiterà in anteprima le aziende di Trentino, Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania e Sardegna per raccontare agli enoturisti cosa aspettarsi il 28 e 29 Maggio. Sarà possibile godere di questi trailer del divertimento visitando i canali social di MTV Italia (Facebook e Instagram).

 

Dunque un fitto programma di iniziative di formazione e divulgazione che va ad affiancare le proposte di intrattenimento e degustazione dell’ultimo weekend di maggio nelle regioni italiane. Ed ecco i programmi delle 18 regioni d’Italia aderenti (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Lombardia, Sardegna, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto, Puglia, Sicilia e Umbria), per un totale di oltre 590 cantine.

Per scoprire gli ultimi aggiornamenti su come ogni regione e ogni cantina organizzerà le proprie iniziative legate a “Cantine Aperte” è possibile visitare anche: www.movimentoturismovinolive.it.  

 

Fonte: C.S.

Menu