Home la cantina da visitare
Cantine in evidenza raccontate da Go Wine
PERLA DEL GARDA - MORENICA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 31 Agosto 2012 08:16

Perla del Garda - Morenica
Via Fenil Vecchio 9 - 25017 Lonato (BS)
tel +39 030 9103109 - fax +39 030 9103109
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.perladelgarda.it

Ettari vitati complessivi: 30
Numero bottiglie prodotte all’anno: 120.000

Come arrivare: Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Desenzano, svoltare a destra in direzione Castiglione delle Stiviere, proseguire in direzione Castelvenzago, quindi seguire la segnaletica aziendale.
Persona da contattare: Chiara Papa
Orario visite: Dal lunedì al sabato: 9-12 e 15-18, su appuntamento.

Perla del Garda nasce da un’idea ambiziosa: riportare la vigna sulle colline moreniche del Lugana, storico vino lombardo assai più conosciuto come squisito bianco di pianura. A partire dal 2006 il sogno si avvera: questa diventa l’unica azienda a produrre Lugana nell’entroterra di Lonato. Una cantina dalla filiera corta, che vinifica uve di solo loro produzione. Per una visione d’insieme del progetto aziendale affidati al talento comunicativo di Giovanna Prandini, titolare insieme a Ettore, suo fratello (che invece si occupa del ramo zootecnico della famiglia), di una delle più innovative cantine del Garda. La sala di vinificazione è d’impressionante avanguardia tecnologica. La passione dei Grandini non si ferma al vino: l’ampio e luminoso salone posto subito all’ingresso della sede è dedicato all’esposizione di mostre, oggetti d’antiquariato e opere d’arte. Accogliente, funzionale e sempre aperto il punto vendita, utile tanto al turista in vacanza sul lago, quanto ai residenti della vasta campagna circostante. Fra le novità in cantina il metodo classico millesimato “Settimo cielo” da uve chardonnay e lugana.

 
LA TOGATA - TENUTA CARLINA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 24 Agosto 2012 08:16

La Togata - Tenuta Carlina
Località Tavernelle, podere Poderuccio, strada di Ardiano 53024 Montalcino (SI)
tel +39 06 68803000 - fax +39 06 68134047
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.brunellolatogata.com

Ettari vitati complessivi: 15
Numero bottiglie prodotte all’anno: 100.000

Come arrivare: Autostrada A1 del Sole, uscita Firenze Certosa, superstrada Firenze-Siena, uscita Siena Sud, direzione Cassia-Buonconvento-Montalcino. Giunti a Montalcino, proseguire in direzione Grosseto, quindi per Tavernelle e per Castello di Argiano.
Persona da contattare: Jeanneth Angel
Orario visite: Dal lunedì al venerdì, su appuntamento.

L’azienda si trova nella parte sud-est del vasto territorio rurale di Montalcino. Si tratta di un ambizioso
progetto, nato su iniziativa dell’avvocato Danilo Tonon e dalla signora Jeanneth Angel. Un’iniziativa nata dalla passione per il vino e dal desiderio di ritrovare un contatto con la campagna e la natura. La cantina sorge in un antico casolare del 1600, un tempo asservito al Castello di Argiano.
Il contesto paesaggistico è incantevole e un bel sentiero di cipressi porta alla cantina partendo dalla strada principale. Gli edifici sono costruiti interamente in pietra, e degna di nota è la bottaia, composta sia da botti grandi di rovere di Slavonia che da barrique. I vigneti si trovano in diverse zone del comprensorio: Pieve di San Sigismondo, Montosoli e Pietrofocaia. La produzione vinicola è integralmente dedicata al sangiovese, tra due versioni di Brunello, una di Rosso e un paio di Igt.

 
FAY Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 27 Luglio 2012 08:16

Fay Sandro

Via Pila Caselli 1 - 23030 San Giacomo di Teglio (SO)

tel +39 0342 786071 - fax + 39 0342 786058

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.vinifay.it

Ettari vitati complessivi: 13
N° bottiglie prodotte all’anno:
50.000
Persona da contattare:
Elena Fay
Orario
visite: solo su appuntamento, nei giorni e orari da concordare

Nonostante le radici più antiche, è solo dal 1973, con Sandro Fay appena diplomatosi all’Istituto Enologico di Conegliano Veneto, che s’inizia a produrre vino con costanza. Dal 1991 la cantina prende il suo nome, e dal 2002 subentra nella conduzione aziendale il figlio Marco, laureatosi enologo a Milano. Le terrazze vitate del versante Retico che si sviluppano da Morbegno a Tirano sono un patrimonio naturalistico di rara bellezza. Nella Valgella, patria ufficiale del pizzocchero e del grano saraceno,la sfida professionale di Marco Fay è di quelle che incuriosiscono: giovane e talentuoso, ha stravolto la gestione del vigneto, invertendo gli orientamenti (da ritocchino a giropoggio) per inseguire maturazioni migliori e una viticoltura di grande qualità. Fatevi accompagnare al Ca’ Morei, una delle chicche viticole della famiglia: è una sorta di magico romitorio con il casolare in mezzo ai vecchi vigneti e la chiesa di San Gervasio che lo sorveglia dall’alto..

 
GOSTOLAI Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 27 Luglio 2012 08:16

Gostolai
Via Friuli 24 - 08025 Oliena (NU)
tel +39 0784 288417 - fax +39 0784 288417
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.gostolai.it

Ettari vitati complessivi: 20
Numero bottiglie prodotte all’anno: 140.000

Come arrivare: S.S. 129 Nuoro-Orosei, al Km 180 svoltare a destra, quindi seguire la segnaletica aziendale dopo 2 Km
Persona da contattare: Tonino Arcadu
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 8-13 e 15-18. Sabato e domenica su appuntamento.

L’azienda è legata alla figura di Tonino Arcadu: un tempo insegnante e da sempre legato alla cultura e alle tradizioni della sua terra, ha avviato circa 18 anni fa l’attività. Il nome deriva dalla località omonima ove sono i vigneti di famiglia, ai quali da sempre si affiancano le uve acquistate dai migliori conferitori della zona. Da alcuni anni Gostolai ha aperto la nuova cantina, funzionale e adattata alla esigenze del buon Tonino, con sale polifunzionali che ben si prestano alle imperdibili lezioni del “professore”. Egli svolge un’intensa attività culturale e divulgativa a favore delle origini dei vitigni sardi: una conversazione con Arcadu vi aiuterà a comprendere meglio tanti temi della viticoltura sarda. E poi il viaggio a Oliena, nel cuore dell’isola: vette rocciose e spiagge incontaminate, paesaggi aridi e severi, altri verdi e lussureggianti: questo è il nuorese, queste sono le Barbagie.
Questa è la Sardegna nella Sardegna, dove resistono i vecchi riti tradizionali, le feste pagane, i costumi di un tempo, la lingua “pura”, la magia della diversità. I vini di Gostolai assomigliano al titolare: ricchi di personalità, sempre imprevedibili. La sua ospitalità è tra le più calde dell’isola.

 
SCUBLA Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 20 Luglio 2012 08:16

Scubla
Località Ipplis, via Rocca Bernarda 22 - 33040 Premariacco (UD)
tel. +39 0432 716258 - fax +39 0432 99153
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.scubla.com

Ettari vitati complessivi: 12
Numero bottiglie prodotte all’anno: 60.000

Come arrivare: Autostrada A4 Venezia-Trieste, poi A23 Alpe-Adria, uscita Udine Sud, direzione Manzano o Buttrio, quindi Premariacco, seguendo le indicazioni per Ipplis.
Persona da contattare: Roberto Scubla
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 9-12 e 15-17. Sabato mattina su appuntamento.

Nel cuore di Rocca Bernarda, “grand cru” dei Colli Orientali, su una collina in magnifica posizione panoramica, con lo sguardo che spazia a 360° sui dintorni, inquadrando anche le silhouette di Cividale e Udine, farete la conoscenza di Roberto Scubla, vigneron rigoroso e metodico. La scelta di abbandonare nel 1991 la banca dove lavorava per amore della campagna è frutto di una passione coltivata sin da piccolo, quando il fascino della viticoltura lo aveva conquistato attraverso la frequentazione della tenuta di proprietà di uno zio. Da alcune vecchie vigne preesistenti nasce così l’attuale azienda agricola, che dai 3 ettari originari è arrivata ai 12 attuali. Dopo una visita ai vigneti che circondano sui quattri lati il cocuzzolo, con relativa dissertazione sulla “ponca” friulana, Roberto vi accoglierà nella sua casa-cantina-laboratorio, un rustico quanto elegante casolare dove tutto è disposto con ordine geometrico, mostrandovi, non senza giustificato orgoglio, il suo brevetto per il raffreddamento delle barrique, e parlandovi dei suoi personali sistemi di appassimento delle uve all’aperto per la produzione del Verduzzo Friulano, di cui è uno dei più sensibili interpreti.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.